Tag: Italiani nel mondo

Rai Italia: gli auguri della Presidente del Senato

19 Dicembre 2019 - Roma – Il saluto della Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, ai connazionali all’estero, aprirà oggi la puntata della trasmissione “L’Italia con Voi” su Rai Italia. Poi, Monica Marangoni e Stefano Palatresi, insieme a Stefano Dominella con la sua rubrica Moda in Italy, daranno qualche consiglio su come vestirsi nelle feste natalizie e a capodanno, secondo le ultime tendenze. Subito dopo anche lo stilista emergente Gianluca Alibrando e alcune delle sue creazioni. Parlerà, invece, di quanto è importante l’aspetto culturale per promuovere il nostro paese, l’Ambasciatore Lorenzo Angeloni, nuovo Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese presso il Ministero degli Esteri. Poi, in collegamento, Andrea Salvadore, autore e regista della nuova serie di Rai Italia "Solidali d'Italia. Cooperare per lo sviluppo", parlerà dei sei documentari che hanno per protagonisti gli italiani impegnati nella cooperazione internazionale. Dopo si fa un salto nella musica del passato con la rubrica “Hit Parade”.  In chiusura di puntata, per I Colori dell’Italicità, uno dei beniamini delle scene televisive e dei palcoscenici teatrali italiani: Alessandro Preziosi. Con le Storie dal Mondo prima a Boston per seguire la cantante siciliana Carmen Consoli durante la sua due giorni Bostoniana. Poi in Brasile dove, a San Paolo, si è svolto, in uno storico teatro, il Concerto di Natale organizzato dal nostro Consolato Generale.  

Rai Italia: oggi si parlerà del Congresso dei giovani italiani in Argentina

16 Dicembre 2019 - Roma - Si svolgerà a Mar del Plata, il 18° Congresso dei Giovani Italiani di Argentina, evento promosso dall’associazione Feditalia, Federazione delle Associazioni Italiane in Argentina. Se ne parlerà oggi durante la trasmissione “L’Italia con Voi” su rai Italia condotta da Monica Marangoni, insieme al maestro Stefano Palatresi. Durante la puntata, per le Storie dal Mondo, le telecamere di Rai Italia arrivano a Long Island, USA, dove la signora Jean Fusillo Ragona ha compiuto il suo primo secolo di vita circondata da amici e parenti. Poi in Canada perché a Toronto da qualche anno è stato attivato un programma giornaliero rivolto ai nostri connazionali affetti da forme iniziali di demenza. Tra gli ospiti il cantautore e figlio d’arte Filippo Graziani, che si racconta e si esibisce dal vivo. Poi Elisabetta Melandri, presidente della onlus Cies -Centro Informazione e Educazione allo Sviluppo e Mamadou Camara, chef pasticcere che deve molto a questa associazione. Subito dopo nei misteri e nelle meraviglie dell’Universo con il professor Adriano Fontana, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Quindi, restando in tema, con Vincenzo D’Angelo, linguista della Società Dante Alighieri, per approfondire alcune parole del lessico legato all’astrofisica.    

Istat: Regno Unito destinazione preferita da italiani e “nuovi” italiani

16 Dicembre 2019 - Roma - Nel 2018 il volume complessivo delle cancellazioni anagrafiche per l’estero è di 157 mila unità, in aumento dell’1,2% rispetto all’anno precedente. Le emigrazioni dei cittadini italiani sono il 74% del totale (116.732). Se si considera il numero dei rimpatri (iscrizioni anagrafiche dall’estero di cittadini italiani), pari a 46.824, il calcolo del saldo migratorio con l’estero degli italiani (iscrizioni meno cancellazioni anagrafiche) restituisce un valore negativo di 69.908 unità. Il tasso di emigratorietà dei cittadini italiani è pari a 2,1 per 1.000. E’ quanto emerge  dal Report Istat su Iscrizioni e cancellazioni anagrafiche della popolazione residente in Italia pubblicato oggi. Nel decennio 1999-2008 gli italiani che hanno trasferito la residenza all’estero sono stati complessivamente 428 mila a fronte di 380 mila rimpatri, con un saldo negativo di 48 mila unità. Dal 2009 al 2018, secondo l’Istituto di Statistica,  si è registrato un significativo aumento delle cancellazioni per l’estero e una riduzione dei rientri (complessivamente 816 mila espatri e 333 mila rimpatri); di conseguenza, i saldi migratori con l’estero dei cittadini italiani, soprattutto a partire dal 2015, sono stati in media negativi per 70 mila unità l’anno. La regione da cui emigrano più italiani, in valore assoluto, è la Lombardia con un numero di cancellazioni anagrafiche per l’estero pari a 22 mila, seguono Veneto e Sicilia (entrambe oltre 11 mila), Lazio (10 mila) e Piemonte (9 mila). In termini relativi, rispetto alla popolazione italiana residente nelle regioni, il tasso di emigratorietà più elevato si ha in Friuli-Venezia Giulia (4 italiani su 1.000 residenti), Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta (3 italiani su 1.000), grazie anche alla posizione geografica di confine che facilita i trasferimenti con i paesi limitrofi. Tassi più contenuti si rilevano nelle Marche (2,5 per 1.000), in Veneto, Sicilia, Abruzzo e Molise (2,4 per 1.000). Le regioni con il tasso di emigratorietà con l’estero più basso sono Basilicata, Campania e Puglia, con valori pari a circa 1,3 per 1.000. A un maggior dettaglio territoriale, i flussi di cittadini italiani diretti verso l’estero provengono principalmente dalle prime quattro città metropolitane per ampiezza demografica: Roma (8 mila), Milano (6,5 mila), Torino (4 mila) e Napoli (3,5 mila); in termini relativi, tuttavia, rispetto alla popolazione italiana residente nelle province, sono Imperia e Bolzano (entrambe 3,6 per 1.000), seguite da Vicenza, Trieste e Isernia (3,1 per 1.000) ad avere i tassi di emigratorietà provinciali degli italiani più elevati; quelli più bassi si registrano invece a Parma e Matera (1 per 1.000). Il Regno Unito continua ad accogliere la maggioranza degli italiani emigrati all’estero (21 mila), seguono Germania (18 mila), Francia (circa 14 mila), Svizzera (quasi 10 mila) e Spagna (7 mila). In questi cinque paesi si concentra complessivamente il 60% degli espatri di concittadini. Tra i paesi extra-europei, le principali mete di destinazione sono Brasile, Stati Uniti, Australia e Canada (nel complesso 18 mila). Nel corso del decennio 2009-2018, i flussi diretti verso i principali paesi europei sono aumentati considerevolmente. Nel caso del Regno Unito sono più che quadruplicati, passando da poco più di 5 mila espatri nel 2009 a 21 mila nel 2018, con un picco (25 mila espatri) in corrispondenza del 2016, anno in cui sono state votate le risoluzioni per i negoziati di uscita del Paese dall’Unione europea (Brexit). In questa occasione molti dei cittadini italiani, verosimilmente già presenti nel territorio britannico ma non registrati come abitualmente dimoranti, hanno ufficializzato la loro posizione trasferendo la residenza nel Regno Unito. Complessivamente dal 2009 al 2018 gli espatri verso il Regno Unito sono stati circa 133 mila. Anche la Germania è una meta privilegiata dagli italiani che emigrano; verso questo Paese gli espatri risultano triplicati rispetto all’inizio del decennio (da 6 mila nel 2009 a 18 mila nel 2018). I flussi diretti in Svizzera, Francia e Spagna, invece, sono raddoppiati rispetto ai valori registrati nel 2009. Durante il decennio 2009-2018 il volume degli espatri di cittadini italiani in questi paesi ammonta complessivamente a 341 mila emigrazioni. Tra gli italiani che espatriano si contano anche i flussi dei cittadini di origine stranierai: si tratta di cittadini nati all’estero che emigrano in un paese terzo o fanno rientro nel luogo di origine, dopo aver trascorso un periodo in Italia e aver acquisito la cittadinanza italiana. Le emigrazioni di questi "nuovi" italiani, nel 2018, ammontano a circa 35 mila (30% degli espatri, +6% rispetto al 2017). Di questi, uno su tre è nato in Brasile (circa 12 mila), il 10% in Marocco, il 6% in Germania, il 4% nella ex Jugoslavia e in Bangladesh, il 3,5% in India e in Argentina. I paesi dell’Unione europea si confermano le mete principali anche degli espatri dei “nuovi” italiani (55% dei flussi degli italiani nati all’estero). In particolare, con riferimento al collettivo dei connazionali diretti nei paesi dell’Ue, si osserva che il 17% è nato in Marocco, il 16% in Brasile, il 7% nel Bangladesh. Ancora più in dettaglio, i cittadini italiani di origine africana emigrano perlopiù in Francia (62%), quelli nati in Asia nella stragrande maggioranza si dirigono verso il Regno Unito (90%) così come fanno, ma in misura molto più contenuta, i cittadini italiani nativi dell’America Latina (26%). I cittadini nati in un paese dell’Ue invece emigrano soprattutto in Germania (42%).

Istat: aumentano gli italiani che si trasferiscono all’estero, diminuiscono le immigrazioni

16 Dicembre 2019 - Roma - Nel 2018 le cancellazioni anagrafiche per l’estero (emigrazioni) sono 157 mila (+1,2% sul 2017). Di queste, quasi tre su quattro riguardano emigrati italiani (117 mila, +1,9%). E’ quanto sottolinea oggi l’Istat nella pubblicazione Iscrizioni e cancellazioni anagrafiche della popolazione residente. Secondo l’Istat le iscrizioni anagrafiche dall’estero (immigrazioni) sono circa 332 mila, per la prima volta in calo rispetto all’anno precedente (-3,2%) dopo i costanti incrementi registrati tra 2014 e 2017. Più di cinque su sei riguardano cittadini stranieri (286 mila, -5,2%).

Rai Italia: oggi si discuterà di rappresentanza degli italiani all’estero

13 Dicembre 2019 - Roma - Si discuterà di rappresentanza degli italiani all’estero con il segretario generale del Cgie oggi nella puntata su Rai Italia de “L’Italia con voi”, trasmissione dedicata agli italiani all’estero, condotta da Monica Marangoni accompagnata al pianoforte da Stefano Palatresi. La puntata inizierà con un focus di Marte: del pianeta rosso, pallino fisso delle agenzie spaziali di tutto il mondo, si parla con Leila Lorenzoni, ingegnere di sistema per le missioni su Marte dell'Esa, e con Matteo Cerri, neurofisiologo dell'Università di Bologna.  Ospite in studio Massimiliano Finazzer Flory, attore e regista che presenterà la sua ultima iniziativa, Art Week di New York, ideata per tenere vivo il dialogo tra Milano e la Grande Mela. Di cooperazione nel campo della ricerca scientifica si parlerà, invece, con Enrico Padula, del Ministero degli Affari Esteri.  La rubrica “Hit Parade” propone ai telespettatori un salto nella musica del passato, mentre protagonista de “I Colori dell’Italicità” sarà il pittore Giovanni Tommasi Ferroni che ha lo studio a Roma ai piedi del Gianicolo. Per le Storie dal Mondo le telecamere Rai volano prima a Portland, USA, per incontrare Daniela Saderi, ricercatrice nel campo delle Neuroscienze e fondatrice di una piattaforma web di condivisone delle ricerche per una comunità globale di scienziati; e poi a Dubai, dove vive Nicole Purin, manager e avvocato in una banca d'affari e autrice di un documentario sull’emancipazione delle donne arabe attraverso la moda. Infine, a Toronto, Canada, dove un gruppo di amici si riunisce per guardare “Viva Rai Play”, condotta da Fiorello.  

Consolato italiano a Londra: oltre 2000 i passaporti rilasciati

13 Dicembre 2019 -

Londra – Il Consolato generale d’Italia a Londra a novembre ha emesso 2.019 passaporti, cioè il 27% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. In totale, dall’inizio dell’anno, il numero dei documenti rilasciati sale quindi a 32.353.  Di rilievo anche il numero delle pratiche Aire lavorate a novembre: sono state 5.136 di cui 3.444 per iscrizione e 1.692 per cambio di indirizzo. Dall'inizio dell'anno al 30 novembre 2019, quindi, le pratiche Aire risultano essere 74.785 di cui 40.316 per iscrizione e 34.469 per cambio di indirizzo. Dai dati emerge che il Consolato generale a novembre ha rilasciato 274 carte di identità (3550 dall’inizio dell’anno), mentre nello stesso periodo i Visti di ingresso sono stati 1.923 di cui 1900 Schengen e 23 nazionali.

 

Mci Germania-Scandinavia: a gennaio il Consiglio di delegazione

11 Dicembre 2019 - Francoforte - La prossima riunione del Consiglio di Delegazione delle Missioni cattoliche Italiane in Germania e Scandinavia  avrà luogo il 13 e 14 gennaio 2020 ad Aschaffenburg, presso la Fraternità Francescana di Betania. Tra i temi all’ordine del giorno: informazioni sulle novità dalle Missioni, approvazione dei bilanci consuntivi del 2019, alcuni chiarimenti sulla Commissione Giovani, preparazione degli incontri di Zona di febbraio, programmazione del 2021.

A “l’Italia con voi” gli italiani di Toronto

11 Dicembre 2019 - Roma - Salvo Sottile, il giornalista al timone di “Mi Manda Raitre” e di “Prima dell’alba”, è il primo ospite di Monica Marangoni, accompagnata come di consueto da Stefano Palatresi al pianoforte nella trasmissione L’Italia con Voi su Rai Italia di oggi. Poi, torna in trasmissione per raccontarci i suoi nuovi impegni artistici, il cantautore Jacopo Ratini con il suo ultimo album. Dalla musica alle bontà gastronomiche del Made in Italy con Ettore Prandini, presidente della Coldiretti. Con il tributarista Nicola Forte si inizia a parlare delle imposte che gravano sulla casa per i nostri connazionali all’estero che hanno una abitazione in Italia. Segue, collegato dalla sede Rai di Milano, Piero Bassetti, Presidente di Globus et Locus, per il consueto appuntamento con il tema dell’italicità nel mondo. Chiude la puntata la rubrica “I had a dream”, che ci porta sul Lago di Lesina, luogo magico dove Claudio Marenzi realizza i suoi abiti. Per le Storie dal Mondo si va in una pasticceria siciliana a Springfield, punto di riferimento per tutti gli italiani del Massachusetts. Poi, a Toronto, per incontrare Luciano Lombardi, animatore del gruppo Facebook “Italiani a Toronto”, che aiuta i nostri connazionali ad inserirsi nella nuova società.  

Mci Germania-Scandinavia: nella prima settimana di Quaresima gli Esercizi Spirituali

10 Dicembre 2019 - Francoforte -  Gli Esercizi Spirituali del 2020 delle Missioni cattoliche Italiane di Germania e Scandinavia si terranno nella prima settimana di Quaresima, dal 2 al 6 marzo, presso l’Exerzitienhaus Leitershofen, una località a pochi chilometri da Augsburg. Saranno predicati da fr. Ludwig Monti, biblista, del monastero di Bose, autore dl volume   “Le domande di Gesù” Il tema scelto per gli Esercizi è quello dell’attuale anno pastorale. Verte sul primo dei quattro settori di riflessione proposti dalla Chiesa tedesca per il “cammino sinodale” iniziato col nuovo anno liturgico (domenica 1dicembre): il “potere” (l’autorità, la partecipazione, la condivisione) nella chiesa. "Lo abbiamo titolato “Se io vi ho lavato i piedi”, proprio perché solo confrontandoci con l’esempio e gli insegnamenti di Gesù possiamo trovare il modo corretto per esercitare il nostro servizio pastorale, evitando gli abusi che stanno anche alla base di tanti scandali nella chiesa e che allontanano le persone, perchè non coinvolte in una sequela attiva del Risorto, in una cogestione del suo mandato missionario", scrive il delegato nazionale p. Tobia Bassanelli.

MCI: il 25 gennaio convegno catechistico

9 Dicembre 2019 - Colonia -  La Missione Cattolica Italiana di Colonia organizza nella propria sede, sabato 25 gennaio 2020, dalle 10.00 alle 17.00, un Convegno di formazione per tutti gli operatori della catechesi. Questo il tema dell’incontro: “Catechista, testimone e guida nella vita di fede dei bambini e degli adolescenti”. La prima conferenza è dedicata alla “relazione interpersonale e didattica tra catechista e catechizzando”. Segue il lavoro di gruppo su come “progettare una lezione di catechesi (su una delle 8 beatitudini) tenendo conto degli elementi presentati nella conferenza”. Dopo il pranzo, alle 14.00 riprendono i lavori con una seconda conferenza, centrata sulla “analisi dell’agire umano e catechistico in vista della costruzione dei metodi per la catechesi”. Il successivo lavoro di gruppo prevede di “analizzare la lezione (progettata prima) dal punto di vista metodologico in vista di potenziare gli elementi motivazionali e volitivi degli allievi”.