Tag: Italiani nel mondo

Turismo delle radici: presentata la prima guida dedicata ai discendenti degli italiani all’estero

27 Settembre 2019 -   Roma – E’ stata presentata al Palazzo della Farnesina a Roma la prima edizione del volume “Guida alle radici italiane. Un viaggio sulle tracce dei tuoi antenati” dell'associazione Raiz Italiana (Marina Gabrieli, Attilio Ardito, Mariana Bobadilla). L'evento inaugura il tour istituzionale sostenuto dalla Direzione Generale per gli italiani all’Estero del Maeci che da ieri 26 settembre al 2 novembre farà tappa in Argentina, Uruguay, Colombia, Brasile, Paraguay. La Guida, la prima in assoluto nel suo genere, è dedicata in questa prima edizione a quattro regioni italiane (Puglia, Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna), e si pone l'obiettivo di stimolare la conoscenza dei luoghi di origine da parte delle nuove generazioni di italiani all'estero e degli italo-discendenti attraverso una serie di itinerari mirati, lungo le tracce della memoria migrante ma anche attraverso i luoghi e gli appuntamenti più significativi dei diversi territori. All’inaugurazione hanno partecipato tra gli altri il direttore generale per gli Italiani all’estero della Farnesina, Luigi Maria Vignali, il direttore esecutivo dell’Enit, Giovanni Bastianelli, il capo dipartimento per il Turismo, Caterina Cittadino, e rappresentanti delle Regioni coinvolte; per la Regione Puglia -  Pugliapromozione sarà presente l'assessore all'Industria turistica e culturale Loredana Capone. La Guida intende raggiungere i quasi ottanta milioni di Italiani all’estero e di italo discendenti interessati a mantenere vivo un legame con l'Italia, e che rappresentano un potenziale straordinario per stimolare questo segmento del turismo, con possibili ricadute positive sulle economie dei luoghi interessati e sul rafforzamento dei rapporti delle comunità italiane all’estero con il nostro Paese.

Corsano: una mostra permanente sulle Migrazioni

24 Settembre 2019 - Corsano - L’Associazione “Emigranti nel Mondo” di Corsano dal prossimo mese di ottobre inaugurerà, presso la propria sede, un Museo delle migrazioni con oggetti, foto e reperti di vario genere che documentano varie fasi della civiltà salentina del secolo scorso. I visitatori si troveranno davanti diversi ambienti che riproducono la vita dei nostri antenati: ci sarà una stanza dedicata alla civiltà contadina, cui seguiranno stanze intitolate alle migrazioni nei diversi Paesi (Belgio, Svizzera; Francia e Germania) con documentazioni relative a tragedie che hanno colpito i connazionali all’estero (Marcinelle e Mattmark) per arrivare alle attuali immigrazioni dall’Africa e dall’Asia. L’associazione propone anche agli alunni delle scuole salentine un percorso di studio e attività pratiche da svolgere in orario scolastico con la finalità di “far conoscere ai nostri ragazzi i sacrifici e le condizioni di vita e di lavoro di tantissimi salentini che, per poter dare un futuro alla propria famiglia hanno dovuto emigrare”.

Camera Deputati: il 30 settembre un convegno sul “genio italiano nel mondo”

19 Settembre 2019 - Roma - “Italiani all‘estero: intelligenze senza confini”: questo il tema di un convegno che si svolgerà il prossimo 30 settembre,  dalle 10.00 alle 18.30, presso la Sala Aldo Moro della Camera dei Deputati. L'iniziativa nasce con l'obiettivo di valorizzare il genio italiano nel mondo. All'incontro, che si terrà in modo istituzionale e senza coloriture partitiche, interverranno medici, ricercatori, docenti universitari e imprenditori di origini italiane affermatisi all'estero. Particolare attenzione sarà dedicata al mondo della ricerca e a quello imprenditoriale.

Carta Identità Elettronica: al via la sperimentazione in tre città europee

19 Settembre 2019 -   Roma – Domani, 20 settembre, alle ore 10.30, nei locali dell’Ambasciata d’Italia a Vienna, si terrà la presentazione aperta alla stampa della fase sperimentale di emissione della nuova Carta di Identità Elettronica (CIE) per i cittadini italiani residenti all’estero. La sperimentazione, che sarà avviata in tre Sedi pilota (Atene, Nizza e Vienna) per poi essere estesa progressivamente ad altre Sedi consolari europee, consentirà ai connazionali iscritti all’AIRE nelle circoscrizioni consolari delle tre Sedi di fare richiesta di appuntamento per la successiva emissione della CIE. La presentazione alla stampa, coordinata dal Direttore Generale per gli Italiani all’Estero Luigi Maria Vignali e con la partecipazione dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, consentirà di approfondire le caratteristiche tecniche della CIE, i vantaggi per i nostri connazionali nonché le modalità di richiesta da parte dei connazionali.

Don De Robertis: l’emigrazione non è un capitolo che appartiene al passato

18 Settembre 2019 - Francoforte – “L’emigrazione italiana non è affatto un capitolo che appartiene al passato del nostro paese, ma al contrario in questi ultimi anni è ripresa in modo consistente, pur con profonde trasformazioni dal punto di vista delle modalità, della composizione e delle destinazioni, così come il Rapporto Italiano nel Mondo IM fotografa egregiamente anno per anno”. Lo ha detto oggi il Direttore generale della Fondazione Migrantes, di Giovanni De Robertis, intervenendo a Colonia al convegno nazionale della Missioni Cattoliche Italiane in Germania e Scandinavia sul tema “Sale della Terra”. Il sacerdote ha invitato a “non dimenticare l’Italia, anche se a volte l’Italia si dimentica di voi. La vostra missione di essere sale della terra, di contribuire alla coesione sociale, non riguarda solo la Germania, ma anche l’Italia. Ci aspettiamo in questo da voi un contributo fondamentale”. Voi – ha quindi aggiunto – “dovete essere la memoria vivente che siamo tutti stranieri e pellegrini in questo mondo, alla ricerca di una Patria migliore”. La comunità ecclesiale può dare un grande contributo alla coesione sociale del paese se vive la sua cattolicità. E cioè – ha spiegato quindi Don De Robertis -  “se da un lato riconosce e apprezza le differenze (linguistiche, culturali, religiose, ecc) che non sono un ostacolo da cancellare ma una ricchezza da valorizzare: perdere la propria lingua è venire derubati del proprio bagaglio di umanità e di fede, è perdere le proprie radici. La pretesa di unificare assimilando genera Babele, genera solo spaesamento e rancore”, ma dall’altro “si è capaci di mettere in dialogo le differenze, di fare in modo che esse non restino giustapposte, che si contaminino per creare qualcosa di nuovo”. Il direttore Migrantes ha poi annunciato un convegno delle Missioni Cattoliche di lingua italiana nel mondo che si svolgere nell’autunno del 2020. (R.Iaria)

Svizzera: Valeria Camia nuovo direttore de il “Corriere degli italiani”

18 Settembre 2019 - Zurigo - Con la ripresa delle pubblicazioni cartacee dopo la pausa estiva, il “Corriere degli Italiani”, settimanale di lingua italiana in Svizzera, ha un nuovo Direttore. Si tratta di Valeria Camia da due anni collaboratrice del giornale. Camia sostituisce Renzo Sbaffi al quale il giornale esprime “sentito ringraziamento del Comitato direttivo, del Comitato di redazione e di tutti i collaboratori che lo hanno affiancato in tanti anni”. Valeria Camia è nata a Codogno (LO) e ha conseguito la laurea in Scienze Filosofiche all’Università di Pavia e in Relazioni Internazionali all’Università di Reading, in Inghilterra. In Svizzera dal 2008, con una borsa di studio cantonale e un assegno di ricerca dal Fondo Nazionale Svizzero, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Scienze Politiche Comparate presso l’università di San Gallo. Tra il 2009 e il 2013 è stata membro della Scuola di Dottorato dell’Università di Zurigo, lavorando a un progetto di ricerca interdisciplinare sulla costruzione politica dell’identità europea. Tra il 2013 e il 2015 è stata assistente universitaria alla cattedra di Scienze Comparate dell’Università di San Gallo e docente di corsi di laurea trimestrali. In pari tempo, il “Corriere degli Italiani” ha affidato a Valeria oltre la direzione  anche la responsabilità del nuovo sito online del Corriere (www.corriereitalianita.ch) andato in rete nel mese di luglio. “A Valeria esprimiamo i migliori auguri di buon successo e buon lavoro” anche da parte della nostra redazione.    

Londra: premi alla ricerca italiana nel Regno Unito

18 Settembre 2019 -   Londra - I giovani ricercatori italiani autori dei sei progetti vincitori del concorso “Italy Made Me” sono stati premiati nel corso di una cerimonia presso l'Ambasciata d'Italia a Londra. Il concorso, giunto alla sua quinta edizione, è nato per esaltare la ricerca accademica italiana nel Regno Unito. “Italy Made Me” premia, infatti, i migliori progetti di ricerca condotti da ricercatori italiani formatisi in istituzioni italiane e che operano oggi presso le più importanti Università del Regno Unito. L'iniziativa, voluta dall'Ambasciata d'Italia e sostenuta sia da imprese private sia da enti senza scopo di lucro, vuole valorizzare la qualità del sistema formativo italiano che si manifesta anche attraverso l’apprezzato lavoro dei giovani talenti italiani all’estero. La selezione dei progetti è opera del Consiglio Scientifico dell'Ambasciata. Per questa edizione del concorso sono stati presentati 34 progetti. I 6 vincitori abbracciano tematiche estremamente attuali e con un alto quoziente di impatto per le potenziali applicazioni scientifiche. L'Ambasciatore Raffaele Trombetta, che ha presieduto la cerimonia, ha sottolineato come  lo spirito di "Italy Made Me" contribuisce a riaffermare il valore della preparazione accademica per una compiuta realizzazione personale e professionale e l’indispensabile apporto degli esperti per affrontare le complesse sfide poste dalla contemporaneità e dal futuro.  

Basilea: cento anni del pellegrinaggio degli italiani a Mariastein

16 Settembre 2019 - Basilea - In occasione del centenario del “Pellegrinaggio degli italiani a Mariastein” la parrocchia italiana di San Pio X ha proposto alla vigilia momenti di riflessione e celebrazione con la partecipazione del Card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento, e già presidente della Fondazione Migrantes. Il porporato, dopo l’incontro sul tema “le migrazioni di ieri e di oggi” di venerdì scorso, ieri mattina ha guidato il pellegrinaggio che ha visto la partecipazione delle comunità cattoliche di lingua italiana della diocesi di Basilea. Da 100 anni la comunità di lingua italiana residente nel Nord-Ovest della confederazione elvetica mantiene fede ad un incontro con la Vergine di Mariastein. Fu nel 1919, a conclusione della Prima  guerra mondiale che gli italiani di Basilea e regione fecero voto di recarsi ogni anno in pellegrinaggio a Mariastein. E divenne tradizione, spiegano alla parrocchia San Pio X. Il pellegrinaggio, da un secolo, si svolge nella terza domenica di settembre, giorno del Digiuno Federale. “Quest'anno vogliamo solennemente rinnovare il voto fatto dai migranti di 100 anni fa e mantenuto vivo con fedeltà fino ai nostri giorni”, affermano i promotori: la comunità “viene sollecitata a lasciarsi coinvolgere da questo avvenimento per sentirci popolo di Dio in cammino nei contemporanei e complessi luoghi di frontiera tra le culture, le lingue, le religioni costruendo ponti di speranza per avvicinare le distanze tra le diversità e impedire i muri della diffidenza”. “Luoghi di frontiera: luoghi di speranza”, è stato il motto che ha guidato il nostro pellegrinaggio del centenario: “è luogo di frontiera la nostra città. È luogo di frontiera la nostra fede. È luogo di frontiera l'Europa stessa. Sono luoghi di frontiera anche i nostri cuori. Ma sono anche i luoghi privilegiati della speranza per alimentare il sogno e l'impegno che garantisca un futuro di fiducia, di accoglienza e di comunione alle generazioni future”. (R.Iaria)

Mci Germania e Scandinavia: da oggi il convegno nazionale sul tema “Sale della terra”

16 Settembre 2019 - Francoforte – Si svolgerà da oggi al 19 settembre a Bergisch Gladbach, vicino  Colonia, il Convegno Nazionale delle Missioni Cattoliche Italiane in Germania e Scandinavia sul tema “Sale della terra”. “ A nessuno sfugge la disgregazione sociale in corso, sia per la divaricazione tra le classi sociali, che per le aggressività verbali, il facile ricorso alla violenza, l’assoluta mancanza di rispetto nel confronto tra posizioni diverse, le spaccature sempre più marcate nella vita politica e sociale”, afferma il delegato nazionale p. Tobia Bassanelli. Mercoledì è prevista la relazione del direttore generale della Fondazione Migrantes, don Gianni De Robertis sul tema “Il sale della terra: il contributo della Chiesa per la coesione sociale”.

MCI Germania: il 3 ottobre Giornata per i volontari

13 Settembre 2019 - Francoforte - Fedeli alla tradizione della Zona che dedica la Festa dell’Unità tedesca del 3 ottobre alla formazione dei collaboratori pastorali, il Coordinamento delle Missioni Cattoliche Italiane della Zona Centro della Germania promuove una giornata con i membri dei propri Consigli ed i collaboratori pastorali che si svolgerà presso la Missione Cattolica Italiana di Frankfurt/Nied  dalle ore 9.30 alle 16.30. Le elezioni dei nuovi CP nelle diocesi di Mainz, Limburg e Fulda il 9/10 novembre prossimo hanno consigliato di scegliere come tema “Il Consigliere: un membro attivo e responsabile della sua comunità”. Dopo l’accoglienza e la preghiera di apertura, introdurrà il tema una riflessione di don Danilo Dorini su alcuni brani del nuovo testamento. Nel pomeriggio i lavori continuano in assemblea. La giornata verrà conclusa con la celebrazione di una Santa Messa alle 15.30. Per info MCI di Ffm-Nied (tel. 00416915391890).