Tag: Italiani nel mondo

MCI di Limburg: lascia don Vito, arriva don Gregorio

16 Ottobre 2019 - Francoforte - Non è stato un congedo facile quello di don Vito Lupo alla sua ultima messa da parroco domenica 29 settembre a Limburg, due giorni dopo la festa per l’80° compleanno e dopo 47 anni di ininterrotta presenza alla guida della Missione Cattolica Italiana di Limburg/Wetzlar. La guida della MCI è passata dal primo ottobre al nuovo missionario, don Gregorio Milone, che domenica 29 settembre si è congedato dalla sua Comunità di Esslingen/Wernau, domenica 6 ottobre ha tenuto la sua prima messa a Limburg, dove è stato ufficialmente introdotto dalla Diocesi domenica 13 ottobre. Anche la sede della Missione Cattolica Italiana sta cambiando: dallo storico stabile al Mühlberg 12, dietro il duomo, viene trasferita vicino alla Curia diocesana, dove sarà pienamente operativa verso la fine del mese. A don Lupo un “grande grazie” da parte della delegazione delle MCI in Germania , oltre che per il lavoro pastorale, anche per la sua voluminosa opera di dottorato, la storia delle Missioni Cattoliche Italiane in tedesco, punto di riferimento per ogni ulteriore ricerca. A don Gregorio, che oltre alle MCI di Esslingen/Wernau (al momento rette dal decano), ha lasciato anche la carica di Coordinatore della Zona Sud, “i migliori auguri per questa nuova sfida pastorale”, sottolinea il delegato nazionale p. Tobia Bassanelli.  

MCI: concluso il Convegno Nazionale in Germania

15 Ottobre 2019 - Francoforte - Sono stati una quarantina gli operatori pastorali delle Comunità di lingua italiana in Germania e Belgio che hanno partecipato al Convegno Nazionale del 2019, tenuto a Bergisch Gladbach (Kardinal Schulte Haus) nei giorni 16-19 settembre, sul tema “Sale della terra”. Il relatore Mario Guzzi ha saputo analizzare con acutezza la grave crisi antropologica in atto nel mondo di oggi, da lui vista come una crisi di crescita. Per cui ha saputo proporre con altrettanta convinzione come questa situazione di crisi a tutti i livelli deve essere affrontata dal cristiano, senza lasciarsi prendere da uno sterile scoraggiamento. Occorre reagire con estrema fiducia e speranza, in modo da dare pienamente spazio al mondo nuovo seminato da Gesù nel credente. Sotto la guida di p. Adam, il pomeriggio del mercoledì è stato dedicato alla visita a Colonia, chiuso in serata con la cena nella nuova sede provvisoria della Missione e con la successiva serata di fraternità, a cura di Tonino Caponegro e di sr. Nancy. La relazione del Delegato, dei Coordinatori di Zona, dei lavori di gruppo ed il dibattito conclusivo hanno fatto emergere alcune linee operative concrete che uno specifico successivo documento proporrà alle Comunità. (p.Tobia Bassanelli)  

Passaparola: 15 anni per il mensile italiano in Lussemburgo

15 Ottobre 2019 - Lussemburgo – 5400 giorni con voi. Questo il titolo, sul numero di ottobre della rivista in lingua italiana in Lussemburgo e Francia, “PassaParolaMagazine” che compie quindici anni di vita. La testata è stata fondata, infatti, nel 2004 da  Maria Grazia Galati e Paola Cairo, autrici tra l’altro della guida  in lingua italiana “Lussemburgo da Vivere”. La rivista, aderente anche alla federazione Italiana settimanali Cattolici (Fisc) realizza, anche, dal 2008, il format radiofonico VoicesbyPassaParola, in onda sulle frequenze nazionali di Radio Ara. “Non l'avremmo di certo mai immaginato. Sognato, quello sì. Sperato, pure. Immaginato: mai! In quel lontano autunno del 2004, quando ci siamo trovate fra le mani il numero 0 di PassaParola Magazine, mai avremmo immaginato di poter raggiungere quota 15 anni”, scrivono le due fondatrice nell’editoriale che apre il giornale. “La chiamiamo ‘tappa’, certo, non traguardo. Perché dalle ‘tappe’ si riparte con due punti a favore: il grande bagaglio di esperienze, soddisfazioni, fatiche, delusioni, successi, incontri, progressi (e ci fermiamo qui) e la grande voglia di non fermarci, fare meglio, con entusiasmo, ottimismo e coraggio”, aggiungendo anche, al coraggio, “un pizzico di follia”: “è senza dubbio l'elisir magico che ci ha permesso di festeggiare oggi i nostri primi 180 mesi di vita. Abbiamo deciso di festeggiare questo compleanno facendo, però, un passo indietro, lontane da amarcord e auto-celebrazioni. E lasciando la parola a chi ci conosce da sempre, ci segue con fedeltà, ci stima e ci sostiene: collaboratori, colleghi, abbonati, amici e sponsor”. Per questo nel numero anche alcuni messaggi di auguri di persone che vivono all’estero e di alcuni collaboratori storici. Auguri alla testata e a tutta la redazione anche da “Migrantesonline” (R.Iaria)  

Corriere d’Italia: il nuovo console di Francoforte incontra la redazione

15 Ottobre 2019 - Francoforte - Il nuovo Console Generale d’Italia di Francoforte, Andrea Estaban Samà ha partecipato, nei giorni scorsi, alla riunione redazionale del mensile delle Missioni cattoliche Italiane in Germania e Scandinavia “Corriere d’Italia”. Il console ha quindi potuto da subito conoscere come nasce la testata, i membri della redazione, i nodi maggiori che sarà chiamato a risolvere nella Circoscrizione consolare. “E’ per me un grande onore poter lavorare a servizio della comunità italiana in un Paese come la Germania e in una città importante e dinamica come Francoforte”, ha detto in una intervista al giornale: “i legami fra cittadini italiani e tedeschi sono di un’intensità straordinaria e trovano le loro radici in rapporti umani, culturali ed economici estremamente ricchi e risalenti nel tempo. Mi impegnerò a fondo per intensificare questi rapporti all’interno della mia circoscrizione consolare e per offrire ai connazionali servizi sempre migliori”. La comunità italiana nella circoscrizione consolare di Francoforte è “molto dinamica e ricca di iniziative e di talenti, in campo civile, culturale, economico, scolastico, ecc. Penso – ha quindi spiegato - che un Console “debba essere disponibile a incontrare e dialogare con tutti e pronto ad accompagnare le tante iniziative e progetti dei nostri concittadini. A livello dei servizi consolari, vorrei semplificare il più possibile le procedure, anche se molto è stato già fatto in passato, e far conoscere sempre di più le possibilità e gli strumenti a disposizione per richiedere i servizi a distanza, in quei casi in cui questo sia possibile. Per molti servizi consolari, infatti, non è necessario che il connazionale si rechi di persona in Consolato”. Da qui l’invito a consultare il sito internet del Consolato e la “Guida pratica ai servizi consolari”, pubblicata sul sito alla voce “Quaderni francofortesi”: “farò il possibile, infine, per aiutare chi risiede nelle zone più lontane dal Consolato ad accedere ai principali servizi consolari con maggiore facilità”.  

Migrantes: il 25 ottobre la presentazione del Rapporto Italiani nel Mondo

15 Ottobre 2019 - Roma - Sarà presentato a Roma il prossimo 25 ottobre (ore 9,30, Auditorium “V. Bachelet” – The Church Palace, via Aurelia, 481) la XIV edizione del “Rapporto Italiani nel Mondo” della Fondazione Migrantes. Il volume presenta anche quest’anno la realtà della mobilità italiana nel mondo con il contributo di circa 70 studiosi dall’Italia e dal mondo. Si tratta dell’unico Rapporto interamente dedicato all’Italia e alla sua mobilità: dati quantitativi (socio-statistici) con focus regionali e provinciali si completano con informazioni qualitative che derivano da ricerche e indagini. Il tutto perfezionato da approfondimenti di particolare interesse. Il Rapporto Italiani nel Mondo è uno strumento culturale, un ulteriore segno dell'impegno della Chiesa italiana per l'emigrazione. Sono circa 400 i sacerdoti italiani al fianco dei nostri connazionali che vivono all'estero insieme alle religiose, ai religiosi e ai laici impegnati, perché evangelizzazione e promozione umana continuino a essere binomio inscindibile anche nell’operare per la mobilità italiana. Un servizio che si fa concreto e di vicinanza in un particolare momento di crisi – nazionale ed europea – che coinvolge anche i nostri connazionali storicamente residenti all’estero o di recente trasferimento. Una realtà che continua a crescere e che, annualmente, presenta caratteristiche diverse.  

MCI Germania e Scandinavia: oggi e domani la riunione di Delegazione

14 Ottobre 2019 - Francoforte – Oggi e domani, si riunirà ad Aschaffenburg, presso la Fraternità Francescana di Betania, il Consiglio di Delegazione delle Missioni cattoliche Italiane di Germania e Scandinavia. I Coordinatori delle 4 Zone pastorali, i responsabili delle Commissioni e la Delegazione informeranno sulle novità e sulle attività dell’ultimo periodo. L’ordine del giorno prevede poi una valutazione del Convegno Nazionale 2019 ed un approfondimento del “cammino sinodale” che verrà avviato in Germania con la prima domenica di Avvento. “Noi, al Convegno Nazionale, abbiamo scelto come tema per il nuovo anno pastorale 2019-2020 l’argomento del primo foro, dedicato all’autorità nella Chiesa, a cui abbiamo dato questo titolo: ‘Se io vi ho lavato i piedi…’”, dice il delegato nazionale p. Tobia Bassanelli. Altri punti all’ordine del giorno saranno la preparazione dell’incontro dei Delegati/Coordinatori UE del 24 ottobre 2019 a Roma, l’approfondimento della programmazione per il 2020, la definizione dei temi e dell’indice del II volume della Storia delle Missioni Italiane in Germania affidato a Mons. Ridolfi.

Camera Deputati: presentato il film “Mother Cabrini” dedicato alla Santa “Patrona degli emigranti”

1 Ottobre 2019 - Roma – Nei giorni scorsi, in vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che si è celebrata domenica 29 settembre, è stata ricordata, nel corso di un incontro alla camera dei Deputati,  Madre Francesca Cabrini, fondatrice della Congregazione delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù  e patrona dei migranti. A lei è dedicato il film “Mother Cabrini” di Daniela Gurrieri, presentato nell’Aula dei gruppi parlamentari alla presenza del presidente della Camera, Roberto Fico e di Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio della Nuova Evangelizzazione. Fico ha ricordato che è dal 1914 che la Chiesa cattolica celebra la Giornata del Migrante e del Rifugiato per ricordare tutte le persone che lasciano il proprio Paese per “scappare dalla guerra, dalla fame, dalla violenza e dalle persecuzioni e cercano altrove una esistenza dignitosa ed una prospettiva per il loro futuro. La figura di Santa Francesca Cabrini, protagonista del film – ha aggiunto - ha un fortissimo valore simbolico e presenta una grande attualità non soltanto per i cattolici ma anche per i laici e non credenti”. Il presidente della Camera dei Deputati ha quindi ricordato l’opera della religiosa a favore degli italiani che partivano per le Americhe: fra il 1880 e il 1915 quattro milioni di italiani approdarono negli Stati Uniti, mentre ulteriori 5 milioni emigrarono verso altri Paesi delle Americhe. “Questi nostri connazionali lasciavano spesso alle loro spalle miseria e fame; affrontavano viaggi lunghi e faticosi attraverso l'Oceano e, una volta sbarcati, erano sottoposti a controlli medici e amministrativi severissimi e umilianti”, ha sottolineato ricordando che essi “vivevano ammassati in stanze sovraffollate e sfruttati, in gran parte con impieghi precari e massacranti, in fabbrica o nei cantieri. Molti erano i morti sul lavoro e migliaia gli orfani abbandonati a sé stessi. Gli italiani erano poi considerati "gente indesiderata" dalla popolazione locale e vittime di pregiudizi e stereotipi secondo cui essi erano sporchi, ignoranti, criminali e mafiosi, non integrabili in alcun modo nella società americana. Spesso, quando si affronta oggi il tema della immigrazione, dimentichiamo le sofferenze e umiliazioni cui eravamo sottoposti noi appena cento anni fa. E dimentichiamo quanti sforzi ha richiesto l'integrazione dei nostri connazionali negli Stati Uniti e negli altri Paesi di destinazione”.  

Friuli Venezia Giulia: oggi in Consiglio regionale la 2º Giornata dei friulani nel mondo

1 Ottobre 2019 - Trieste – Oggi, 1 ottobre, in Consiglio regionale si celebrerà la 2º Giornata dei friulani all'estero. Dopo l'introduzione del presidente del Consiglio Piero Mauro Zanin e il saluto dei presidenti delle Associazioni, Tommaso Piffer, ricercatore di storia contemporanea all'Università di Udine, parlerà della "Mobilità del capitale umano: rischi ed opportunità di un fenomeno globale", cui seguiranno le testimonianze dirette dei protagonisti. Prima delle conclusioni, affidate al presidente della Regione Massimiliano Fedriga, saranno consegnati i riconoscimenti a 12 persone che si sono particolarmente distinti. Al termine della seduta verrà inaugurata la mostra fotografica dell'artista Davide Degano corregionale in Olanda, "Beyond the land of castles - Oltre la terra dei castelli".    

MCI Olanda: domenica la Festa della Missione

1 Ottobre 2019 - Roma - Domenica 6 ottobre 2019 festa della Missione Cattolica Italiana in Olanda.  “Siete tutti invitati a festeggiare la Festa della Missione. Sarà l'occasione per conoscere nuovi membri delle nostre comunità, rivederne altri e passare una giornata tutti insieme”, si legge in una nota. La giornata inizierà con la celebrazione della Santa Messa alle ore 12.00 presso la Chiesa di Leiden (Kerkelijk Centrum De Regenboog, Watermolen 1). La MCI informa che per tutte le persone che ne avessero bisogno, sarà disponibile un servizio navetta dalla stazione di Leiden, che si può richiedere nei giorni precedenti scrivendo a leiden@missionecattolicaolanda.org

Migrantes: il 25 ottobre il Rapporto Italiani nel Mondo

30 Settembre 2019 - Roma –  Sarà presentato a Roma il prossimo 25 ottobre, il Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes. Giunto alla XIV edizione il Rapporto presenta annualmente la realtà dell’emigrazione italiana nel Mondo con il contributo di oltre 50 studiosi dall’Italia e dal Mondo. Si tratta dell’unico Rapporto interamente dedicato all’Italia e alla sua mobilità nel mondo: dati quantitativi (statistici) e qualitativi del fenomeno migratorio degli italiani all’estero.